al via i laboratori di CATTIVE RAGAZZE!

Prima tappa a Saluzzo (CN), dove grazie alla collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino e il contributo dell’Associazione delle fondazioni di origine bancarie del Piemonte, abbiamo potuto coinvolgere non solo i ragazzi del liceo artistico Soleri-Bertoni, ma anche un gruppo di detenuti/studenti interni al carcere di alta sicurezza Morandi.

I ragazzi e i detenuti hanno lavorato insieme, creato testi meravigliosi, ricordato, raccontato, e assegnato a molte donne, pubbliche e non, un posto tra le “cattive ragazze”, per la tenacia, il coraggio e la forza dimostrata in epoche e contesti diversi. E’ stata un’occasione rara di scambio e arricchimento. Durante i tre giorni di lavoro sono state nominate moltissime donne, da Rita Levi Montalcini a Malala, ma voglio ricordarne qui un gruppo in particolare: le ragazze del liceo Soleri, definite eccezionali e coraggiose da uno dei detenuti: “per aver varcato la soglia del carcere e averci permesso di interagire con voi”. E noi ci auguriamo di aver dato a ciascuno di loro, dentro e fuori dal carcere, nuovi strumenti di riflessione, non solo sulle differenze e discriminazioni di genere, ma anche sul concetto di rieducazione sancito dalla nostra Costituzione.

A brevissimo pubblicheremo l’elenco delle figure femminili citate a Saluzzo, che meritano di essere ricordate, e che a tutti gli effetti rientrano tra le “cattive ragazze”!

Annunci

il progetto CATTIVE RAGAZZE

CATTIVE RAGAZZE è un progetto educativo, teatrale e di ricerca. Si basa sulla graphic novel “Cattive ragazze, 15 storie di donne audaci e creative” di A. Petricelli e S. Riccardi (Sinnos, 2013) vincitrice del Premio Andersen 2014, e prevede in diverse scuole di ordine e grado sul territorio nazionale la lettura del testo e una serie di laboratori drammaturgici, uno spettacolo teatrale con la regia di Cesar Brie e Ignacio Gòmez Bustamante basato sulle storie del libro e una ricerca scientifica per monitorare l’impatto di letteratura e teatro sulla percezione delle differenze e discriminazioni di genere.

L’intero progetto è a cura di  KindOf_Torino

insieme a Sinnos casa editrice_Roma, Teatro Presente_Crevalcore (BO), Myself_Roma, Associazione Le Pleiadi_Alcamo (TP)

e con il contributo di  Salone Internazionale del libro di Torino; Assessorato Patrimonio, Politiche UE, Comunicazione e Pari Opportunità di Roma Capitale; Federmanager-Minerva_Torino; ACTI Teatri Indipendenti_Torino

in collaborazione con  Festival La Fabbrica delle Idee_Racconigi (CN), Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, La Corte Ospitale_Rubiera, Banfield Teatro Ensemble_Buenos Aires

con il patrocinio della Regione Piemonte, Città di Torino e Casa Internazionale delle donne di Roma.